Conversazione con un grillino.

Sergio Troisi è un ex deputato del MoVimento Cinque Stelle all’Assemblea Regionale Siciliana. Anzi, un ex cittadino a cinque stelle. Ha scelto di abbandonare quasi immediatamente lo scranno dell’Ars per tornare a fare l’ingegnere per l’azienda per cui ha lavorato negli ultimi 7 anni. I maligni dicevano che all’impegno civico ha preferito la professione solo per una questione di soldi. … Continua a leggere

Ci fanno sapere solo quello che vogliono. E solo come vogliono.

La trovata di cattivo gusto dei gestori della panineria di Vienna di dare ai panini i nomi delle vittime di mafia ha suscitato grande scalpore. Un’indignazione generale che ha quasi portato all’incidente diplomatico con l’Austria. La notizia ha avuto giustamente lo spazio e l’attenzione che meritava. Lo stereotipo Italia/mafia, specie se utilizzato fuori dai confini, indigna e parecchio anche. Fiumi … Continua a leggere

Missione Speranza e Maldive 2.

Due anni fa ho pubblicato sul mio blog (letto da 25 lettori) il post Missione Speranza e Maldive. Nessun testo, solo due foto. La prima  ritraeva l’allora presidente del Senato Renato Schifani mentre stava per recarsi alla “Missione Speranza e Carità” del missionario Biagio Conte  portando con sé una cesta natalizia e 15 mila euro del fondo di solidarietà  della Presidenza … Continua a leggere

La grande illusione.

              Sono uguali!! Gli uomini e le donne sono uguali!!!                Sono uguali!! Gli uomini e le donne sono uguali!!!                Sono uguali!! Gli uomini e le donne sono uguali!!!                                                       Cesare Cremonini In principio fu il diritto comunitario con i suoi  principi fondamentali sull’uguaglianza tra le donne e gli uomini.  Stesso trattamento tra donne e uomini e lotta … Continua a leggere

Se questo è un sottosegretario.

  Chi non ha rispetto per le Istituzioni non è degno poi di rappresentarle. Premessa: non ho nulla contro Simona Vicari, sia chiaro. Anzi, all’inizio della sua carriera politica trovavo molto simpatiche quelle fossette che la caratterizzavano e che tanto venivano esaltate nei manifesti elettorali. E poi proprio qualche giorno fa ha fatto pure sorridere i miei figli. Come tutti … Continua a leggere

Il grillismo tra “scilipotismo” e “faviaismo”.

A pensarci bene si potrebbe anche dire che questi parlamentari grillini un po’ fanno pena. Che senso ha svolgere un mandato così importante per poi limitarsi  a recitare solo la parte dell’automa nel dibattito politico che riguarda il futuro  del paese? Sono sicuro che molti di loro (se non addirittura la maggior parte) vorrebbero mettersi in discussione, vorrebbero dare il proprio contributo … Continua a leggere

La risposta dell’assessore Michela Stancheris (che ringrazio) alla mia lettera aperta.

L’assessore regionale al Turismo Michela Stancheris ha risposto alla mia lettera aperta che le avevo scritto qualche giorno fa. Ringrazio l’assessore per la cordiale replica, ma mantengo intatte le mie riserve sul conferimento di un incarico così delicato e vitale per lo sviluppo della Sicilia alla ex segretaria particolare del governatore Rosario Crocetta. Mi auguro ovviamente di essere smentito. Caro … Continua a leggere

Adriano Meis fa quello che vuole.

    Faccio quello che voglio (Officina Trinacria, 112 pagine 14 euro), l’attesissimo romanzo di Adriano Meis, è un viaggio che inizia già dagli indizi visivi della copertina. Quei calzini di spugna sudici lasciano immaginare un novello Icaro passeggiare tranquillo sulla banchina un istante prima di decidere di lanciarsi in quel vuoto ignoto – che solo una ringhiera malandata e … Continua a leggere

Lettera aperta all’Assessore al Turismo Michela Stancheris (con video).

   Gentile Assessore Stancheris, leggo su Facebook che lei dorme solo “4 ore” e che “lotta” per obiettivi che è un suo dovere cercare di raggiungere. “Lottare” richiama il gesto di sacrificio, l’impresa eroica. Vorrei ricordarle a tal proposito che nessuno la obbliga a fare l’assessore in Sicilia. Grazie a Dio questa terra ha dato i natali -e continua a darli- … Continua a leggere

Come volevasi dimostrare.

Come volevasi dimostrare. Eccola la guerra tra le icone dell’antimafia. Da un parte Antonio Ingroia, il pm della “trattativa”, il magistrato un po’ Che Guevara e un po’ Don Chisciotte (più il secondo che il primo) che si è fatto un partito da solo (i maligni dicono che i soldi li mette Antonio Di Pietro, che poi sarebbero quelli del suo partito … Continua a leggere