Lettera aperta all’Assessore al Turismo Michela Stancheris (con video).

   Gentile Assessore Stancheris, leggo su Facebook che lei dorme solo “4 ore” e che “lotta” per obiettivi che è un suo dovere cercare di raggiungere. “Lottare” richiama il gesto di sacrificio, l’impresa eroica. Vorrei ricordarle a tal proposito che nessuno la obbliga a fare l’assessore in Sicilia. Grazie a Dio questa terra ha dato i natali -e continua a darli- … Continua a leggere

Mahmud Sarsak: la lenta agonia di un calciatore …

                                        di Pamela Giacomarro Occhi grandi, pieni di speranza. Gli occhi di un giovane calciatore. Non di quelli blasonati. Lontano anni luce dai riflettori del calcio che conta, quello che ti fa guadagnare miliardi. Un giovane calciatore, costretto a convivere, con cadenza quotidiana con la morte e la devastazione. Gli occhi di chi sa che il suo futuro … Continua a leggere

La casa dell’illegalità.

                                     (foto da Terrasiniblog) Una casa di riposo abusiva gestita da due donne, madre e figlia, che ospitava 7 anziani, in una villetta sita sulla strada statale nel territorio di Terrasini (Palermo). L’hanno scoperta i poliziotti del Commissariato di Partinico. La notizia la riporta il sito di informazione locale Terrasiniblog. Niente di eccezionale (di case di riposo abusive ne vengono scoperte … Continua a leggere

Le primarie (?) del centrosinistra palermitano.

  Basta avere un euro in mano e il 4 marzo a Palermo si potrà votare alle primarie del centrosinistra per il candidato sindaco. Dopo un lunghissimo travaglio fatto di se, ma, a meno che, tranne che, solo se, etc. finalmente le primarie hanno visto la luce. Lo spirito che caratterizza le primarie (che non sono i caucus, anche perché … Continua a leggere

Tutti zitti.

Mi sono sbagliato. Nel post Pubblicità Regresso in cui parlavo dello slogan “Finalmente i siciliani parleranno” utilizzato da una compagnia telefonica per annunciare il suo ingresso nel mercato siciliano, facevo riferimento al fatto che di lì a poco i politici siciliani sarebbero insorti contro una pubblicità che di fatto danneggia l’immagine della Sicilia. Lo stereotipo preso in prestito dall’azienda di … Continua a leggere

Il “coprifuoco” di Scampia.

«Non parlate più di coprifuoco, è una menzogna». E ancora: «Seminare panico e paura, diffondendo notizie infondate su “coprifuoco” e diktat della camorra, può servire solo ad “occupare” Scampia e Napoli con la paura che nasce dalla menzogna, seminando panico e false illusioni sulla forza della camorra stessa». Sono solo alcune delle reazioni delle associazioni di volontariato che da anni … Continua a leggere

Quanta fretta, Codacons …

Ho trovato davvero inopportuna la scelta del Codacons di avviare una class action nei confronti della Costa Concordia a seguito del naufragio all’isola del Giglio. O meglio, ritengo inopportuni i tempi e le modalità. Insomma, la portata della tragedia non è ancora chiara,  il numero delle vittime è ancora da accertare, parlare di soldi e risarcimenti per i naufraghi (che … Continua a leggere

Se le parole di Ingroia cadono nel vuoto.

Le parole pesano come macigni: «Il Parlamento siciliano e’ lo specchio fedele di una società e di una classe dirigente profondamente inquinata, soprattutto ai piani alti, dalle collusioni con il sistema mafioso». A pronunciarle, con tutto il rispetto, non è stato un militante di qualche movimento antimafia, ma un procuratore aggiunto del calibro di Antonio Ingroia, uno che di indagini … Continua a leggere

Le primarie a Palermo e il PD dimezzato.

Medardo di Terralba è il protagonista del romanzo di Italo Calvino Il visconte dimezzato. Una cannonata divide in due il nobiluomo e a Terralba ritorneranno due visconti: quello buono e quello cattivo. Sembra che la stessa sorte sia toccata al Partito Democratico siciliano, alle prese con la spinosa questione delle primarie in vista delle elezioni del sindaco di Palermo. La … Continua a leggere

Politichese per tutti.

C’era già da un bel po’ , ma l’ho scoperta solo ora. Si tratta di una app per iPhone che si chiama Politichese per tutti. E’ possibile creare tipiche frasi del linguaggio tortuoso che i politici di professione sono soliti usare. A guidarvi nell’applicazione un omino dalle inequivocabili sembianze di Giulio Andreotti. Frasi come questa: “L’utenza potenziale porta avanti la … Continua a leggere