Responsabilmente.

resp.jpg

 

Bevi responsabilmente, gioca responsabilmente. Ma qual è il confine tra responsabilmente e irresponsabilmente? Esiste un valore calcolabile, quantificabile basato su parametri oggettivi? Si può insomma classificare quantitativamente? E poi, quando si finisce di essere responsabili e si comincia a pensare e ad agire da irresponsabili? E chi o cosa lo decide?

Bere, per esempio. C’è chi rimane sobrio pur scolandosi una botte di vino e chi va in tilt dopo mezza birra. Il parametro-responsabilmente del primo è assai diverso rispetto a quello del secondo.

Giocare. C’è la pensionata da 400 euro al mese che ne butta via 300 nei gratta e vinci e l’imprenditore che se la spassa investendo capitali nel poker on line. Anche qui responsabilmente ha un significato diverso da persona a persona.

Sembrerebbe quindi che siamo davanti a un valore soggettivo. Bevi e gioca responsabilmente, ma fallo secondo la tua capacità di reggere l’alcol e la posta che puoi permetterti.

Allora, per evitare di prendere per il culo così sfacciatamente la gente, specificatelo. Responsabilmente.

Responsabilmente.ultima modifica: 2013-11-06T22:21:00+00:00da fracascio
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento